Chemioterapie e radioterapie
20 DIC

Chemioterapie e radioterapie

  • Pubblicato da admin
  • Visualizzazioni 146

La chemioterapia di oggi è fatta di principi attivi che permettono di mettere a punto terapie personalizzate, elaborate in base al tipo di tumore e allo stato di salute del pazienti, al fine di limitare gli effetti collaterali. Passi avanti sono stati compiuti anche per quel che riguarda la radioterapia, l’altra tecnica utilizzata per ridurre le cellule tumorali. 

La chemioterapia di oggi è fatta di principi attivi che permettono di mettere a punto terapie personalizzate, elaborate in base al tipo di tumore e allo stato di salute del pazienti, al fine di limitare gli effetti collaterali. Passi avanti sono stati compiuti anche per quel che riguarda la radioterapia, l’altra tecnica utilizzata per ridurre le cellule tumorali. 

Nonostante ciò è importante avere cura di se stessi, sia dal punto di vista fisico che mentale, di seguito, quindi, alcuni consigli da seguire, pur tenendo presente l’importanza dell’essere accompagnati sempre da un oncologo lungo tutto il percorso di cura.

Assistenza psicologica

Il supporto psicologico è fondamentale per raggiungere il benessere e la riabilitazione individuale e sociale, oltre che per accompagnare il paziente nell’affrontare i momenti più difficili della propria vita quotidiana, gestendo meglio i disagi causati dalle terapie.

Uno psicologo può:

  • ascoltare i bisogni, le preoccupazioni e permettervi di dare sfogo alle vostre emozioni, parlando delle difficoltà e dei disagi che si vivono;
  • aiutare a stimolare l'attività mentale, pianificando, programmando, al fine di non fare più di quanto le energie consentono;
  • aiutare ad utilizzare le energie che restano per il raggiungimento di obiettivi concreti;
  • insegnare l'uso di tecniche di rilassamento;
  • parlare con i vostri familiari.

Alimentazione

È ormai noto quanto la carne rossa e gli eccessi di zucchero favoriscano l’insorgenza del cancro all’intestino, così come una dieta ricca di proteine animali, compreso troppo formaggio, favorisca l’osteoporosi e che una dieta povera di verdure incrementa lo sviluppo di quasi tutti i tumori.

Una corretta alimentazione parte soprattutto dall’amor proprio e di seguito potete trovare alcuni consigli utili:

  • Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica ed evitare il consumo di bevande zuccherate.
  • Limitare il consumo di carni rosse ed evitare il consumo di carni conservate.
  • Limitare il consumo di bevande alcoliche.
  • Limitare il consumo di sale e di cibi conservati sottosale.

Assicurarsi un apporto sufficiente di tutti i nutrienti essenziali attraverso il cibo, soprattutto di quelli provenienti da pesce, frutta e verdura di stagione.

Integrazione

Gli integratori alimentari utilizzati in oncologia sono in genere micronutrienti, vitamine e minerali essenziali per il funzionamento dell’organismo e piante medicinali. In seguito elencheremo alcuni principi che sembrano rispondere positivamente alle ricerche, ma raccomandiamo, ad ogni modo, di stabilire, ove necessario, un percorso di integrazione col proprio oncologo. 

Curcuma, cardo mariano, tè verde, soia e lino sono le piante più conosciute, più utilizzate e più studiate per le loro proprietà antitumorali e, per tal motivo, iscritte nella Farmacopea Europea. Tali piante sono state oggetto di numerosi studi preclinici riguardanti le loro proprietà, su diverse linee cellulari, dimostrando:

  • proprietà anti-mutagene;
  • capacità ad opporsi alla carcinogenesi chemio indotta;
  • capacità di inibire la proliferazione cellulare, l’angiogenesi, così come il processo di invasione e di metastasi.

Se vuoi approfondire l’argomento oppure semplicemente porre qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Tags:

Lascia un Commento